Abbiate

Abbiate una natura scattante casuale galoppante e fortunosa: non prendetevi mai troppo sul serio. Siate una forza elastica: allungatevi e riponetevi – miniaturizzatevi. Non prendetevi mai troppo sul serio nella inesprimibile fierezza dello stile perché è nell’infinito che si afferrano sempre nuove combinazioni e nuove esclusioni. Siate discepoli e mai maestri tra le molteplici forme…

Non ricordo

Possiedo molti libri, ho cataste di libri in camera anticamera studio sala. Mancano in cucina ma non in bagno. Ora, poco fa, passando davanti a una catasta nell’ingresso ho fatto caso a un libro: Reale e virtuale di Tomás Maldonado. Ho pensato che era un vecchio regalo dimenticato. Sicura di non averlo mai letto l’ho…

Al di là

Al di là del muro ruvido dove spesso la parola ferisce, al di là della fatica che ansima – il fiato spezzato in nuvole di ghiaccio – al di là dei pugni serrati su grevi silenzi ( la tua ombra che farei a brandelli ) al di là delle notti con gli occhi sbarrati: mani…

Ybris

Viviamo in un frammento minuscolo e ci crediamo dei. Ci guida l’arroganza di poter guidare il fato. Le nostre piccole fatiche fanno ridere le lotte cosmiche. Eppure lasciamo una quasi invisibile traccia. Un segno che muta l’ordine universale come un granello che, unito ad altri, scatena una frana. Come la goccia che scende sulla pagina…

Neve

L’alba intorpidita si disfa nella bianca scrittura della neve. Il silenzio avvolge ogni cosa. Godo le ore di solitudine tacita prima delle acute note. La finestra è un quadro pieno di luminosi punti. Il piano nevoso ha coperto ogni increspatura. La mente tace.

Corpo e carezze

Un interessante articolo di Repubblica, trovato on line qualche giorno fa, racconta in dieci punti l’importanza delle coccole. d.repubblica.it/amore-sesso/2013/11/04/news/bisogno_affetto_coccole-1868568/ Ecco, in sintesi, i dieci punti. 1) Il cervello ha bisogno di coccole: Le affettuosità innalzano il livello di ossitocina, ormone del benessere… 2) Le affettuosità fisiche rinsaldano il legame di coppia: essere teneri l’uno con…

Dentro e fuori dalla linea di confine 

Nel cammino capita di ri-trovare luoghi dove gli incroci ti hanno portato un tempo. Eri lí, eri lí. Vedi il magnifico cancello di ferro battuto, intravvedi il magnifico parco con l’arco verde e lo sfondo azzurro del lago e sai che in un segmento della tua vita potevi essere dentro: padrona e signora. Capita talvolta,…

Babbo Natale

Tutti prima o poi, dobbiamo lasciare alle spalle il mondo magico delle fiabe e delle favole: la vita ci toglie i filtri colorati della fantasia e i soufleé di cuscini per farci fare i conti con la piatta realtà. Non esistono principi e principesse, sirene e draghi, orchi e fate, gnomi e ondine. Ma non…

Scrivere in un blog e i fantasmi

Scrivere per me è puro piacere.Divertimento. Relax. Gioco. Nutrimento. Mai obbligo. Non mi metto a scrivere perché “devo”, ma perché voglio e desidero impiegare così il mio tempo. Quando, anni fa, ho scoperto il contenitore virtuale che è un blog, l’ho subito apprezzato e utilizzato. Sono quindi passata dalla scrittura soggettiva e solipsistica del diario…

Metti una benda 

Perché tu non puoi legarmi le mani e mettermi un bavaglio: m’escono dagli occhi le parole, come luminose frecce attraversano l’aria e s’infilzano sul puntaspilli. Perché non ho fili che misurano i miei pensieri, non ho tracciati di emozioni e di segrete verità. Come tu non hai elettrodi che portano il resoconto su un papiro…

L’uomo dal colbacco

La neve abbondante mi ricorda un inverno di molti anni fa. Lo avevo lasciato nel pomeriggio. L’uomo barbuto con il colbacco arrivato da Mosca. Troppo aveva tirato le redini e la puledra era galoppata via. Così ero da un’amica in città. La neve non aveva smesso da giorni e ormai tutto era siberiano. Verso le…

Piccolo uomo 

Piccolo uomo pennuto con file ordinate di bianchi denti ai lati dell’ossuta faccia e le tue dita di falena con unghie rosicchiate dal sole a picco sulla calce viva. Piccolo uomo apache con piccoli spilli d’occhi e tutto l’azzurro dentro serrato a forza. Che avrai pensato del mio abitino fucsia corto sulle gambe scure e…