Che fare?

Che fare? Al di là dei manuali di psicoterapia e filosofia, o quelli pragmatici americani che ti spiegano con dieci regolette come agire per ottenere il successo l’amore il potere il denaro e ormai, visto la moda, un sorriso smagliante… Che fare quando tutto è già stato detto e ripetuto e l’interlocutore appare immobile, un…

Amiche

Mi mancano davvero vere amiche. Mi sono sempre mancate, anche se temporaneamente ne ho avute. Vere amiche, non conoscenti. Appartengo a quella, non so se esigua o diffusa, categoria di donne difficili. Molto avversate, invidiate e preda di infinite gelosie da parte di donne. Ho dovuto sopportare sguardi traversi in ambiente di lavoro. Ho dovuto…

Hawking il re tenace

Noi: esseri piagnucolosi, che ci contorciamo in miseri quadrati di terra, dovremmo oggi pensare a Stephen Hawking: piccolo e grande, grandissimo uomo e al suo universo di stelle. Uomo di una leggerezza eterea nonostante il vincolo terribile del corpo. Uomo tenace e forte a cui la scienza medica aveva pronosticato due anni di vita e…

Fili

Fili lunghi in gugliate di donne chine su lembi di lino fili sospesi di ragnatela nell’angolo dove il sole lamina improvviso fili i tuoi capelli di bimba selvaggia che ti frustano il viso mentre ridi fili d’oro e d’erba nascosti sotto coltri nevose così fredde fili di collane che danzano sul seno fili di serpenti…

Impallidiva

Impallidiva amore volato nelle folate e nelle favole. Tutto s’era fermato franato polverizzato nel lembo di un arcobaleno come una orchidea nella sabbia tra luminosi sprazzi. Avevo le pupille fredde e gli occhi esausti dopo le tempeste così stavo in agonia con un ruggito lento di un antico furore. ( Immagine grafica dell’autrice )

Orgoglio e precipizio

“Orgoglio e precipizio” è il titolo della rassegna stampa che preferisco in questo giorno post voto. Mi piace linguisticamente, per risonanze e significati. L’orgoglio è un difetto che toglie, crea danno, non è funzionale. Io stessa a volte ne soffro. Tutti noi prima o poi ne soffriamo. Arroccarsi non serve, bisognerebbe sapersi inchinare fino a…

E poi

La cosa strana dei così detti “amori” è che passano. Si desidera, ci si dispera, si attende, si sta con il pensiero fisso – su lui o lei – per ore giorni mesi settimane; si impiega tutta la nostra energia vitale su quell’unico focus dimenticando, o mettendo in secondo terzo quarto piano tutto il resto…

Metamorfosi

Strisciarono a lungo con le fragili ali trasparenti e le fragranti antenne luccicanti nel serico letto. I fantomatici ingranaggi dell’inverno faticavano a scattare. Ma, nell’infinito anelito interiore, loro tendevano verso il punto scintillante: del volo. Quando la foglia ghiacciata avrebbe messo la veste smeraldo. Quando la nuvola lacerata e raggelata si sarebbe sciolta tra raggi…

Perché è bene avere un amante

Questo articolo è nuovo, appena sfornato, anzi impastato sulla tastiera ora. Vorrei spiegare brevemente perché è bene avere un amante. Perché diventeremmo meno noiose, esigenti, appiccicose e respingenti, intransigenti. Perché diventeremmo più sorridenti splendenti giocose e divertenti. Perché quando lui – il nostro uomo ci ignora – troveremmo il modo di civettare ammaliare sedurre e…

Racconto d’ombra

Fare anche solo un piccolo movimento, voltare la testa, ruotarla in su. Fanghi e sabbie, rami e radici ti trattengono giù sul fondo buio. Non c’è neppure un filo di luce che entra a ferirti. Fuori c’è un sole invadente prepotente accecante. La luce del sole è cambiata: fingono di non accorgersi: ma tutti sanno…

Tempo verrà

Tempo verrà in cui con esultanza saluterai te stesso arrivato alla tua porta nel tuo proprio specchio e ognuno sorriderà al benvenuto dell’altro e dirà: – Siedi qui. Mangia. Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io. Offri vino. Offri pane. Rendi il cuore a te stesso allo straniero che ti ha amato…

Dal parrucchiere

Resto semplicemente a bocca aperta. Non ci posso credere. Non vengo mai di venerdì. In settimana è tutto più calmo, meno clienti. Invece di venerdì tutte le postazioni sono occupate dalle “signore”. Una lavorante sta fonando i fluenti riccioli biondo-castano di una signora che non vedo in viso. Finita la piega fissa con la lacca….