E voilà

Rielaborazione grafica di Eletta

Allora e ancora quel senso che fluttua e arriva come leggera piuma. Dunque tu che io non so. Eppure dritta al cuore la freccia: i pensieri telepatici viaggiano al di là del tempo e dello spazio. Si posano la notte tra il pentagramma del sogno. Tu e le carezze verbali. E non so perché. Forse è il sommesso grido che si muove. Sotto l’apparenza delle boutade. Con nonchalance. E voilà. Io catturo le farfalle sonore d’assonanze auree. E son tua.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Transit ha detto:

    Canto seduttivo e seducente di sirena e chiusa da brividi. Beato lui.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...