Cuore

Nella camera dell’ospedale la sua ex compagna gli aveva detto:

– Tu lo sai com’è importante il simbolo. Ti sei ammalato al cuore. Un motivo ci deve essere.

L’omino dai capelli scarmigliati bianchi non aveva risposto. Quando lo avevo conosciuto anni prima soleva dire con gesti plateali:

Noi siamo fatti di mente, cuore e anima.

E ora giaceva nel letto di una clinica dopo un’operazione delicatissima al cuore. Il suo cuore era stato portato fuori dal suo corpo per poi essere ricollocato: guarito dall’infezione alla valvola mitralica.

L’omino era svenuto davanti a Anna mentre lei le tagliava un etto di prosciutto. Non lo aveva più visto al di là del banco. Giaceva per terra afflosciato.

La febbre denotava la debolezza del suo cuore malato.

La mia infanzia nella sua educazione cattolica è sempre stata piena di cuori. Cuori ovunque: straziati, pugnalati, feriti, sanguinanti, spezzati, palpitanti, fermenti.

La parola cuore è stata insieme a miracolo e tradimento…

(…)

Diciamo sempre, per ogni cosa, che ci vuole cuore, che bisogna avere cuore.

Cuori di pietra, cuori ardenti, cuori duri, cuori teneri, cuori di ferro, cuori di plastica, cuori intrepidi, ghiacciati, puri e impuri, aperti e chiusi, feriti e forti, matti e aridi.

Esistono anche ragioni, affari di cuore. Ma l’essenza del cuore è sempre, per tutti i cuori, nel suo battito”.

Da : A libro aperto – Massimo Recalcati

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Neda ha detto:

    E c’è anche chi il cuore proprio non ce l’ha.

    Piace a 1 persona

    1. Neda ha detto:

      E credo che viva meglio … senza patemi.

      Piace a 1 persona

      1. elettasenso ha detto:

        Eh, già. Ma chi è senza cuore si perde il meglio della vita. Buona giornata cara Neda

        Piace a 1 persona

      2. Neda ha detto:

        Buon fine settimana.

        Piace a 1 persona

  2. massimolegnani ha detto:

    ha qualcosa di struggente questo brano, intendo la prima parte, la narrazione.
    vedo lui inerte dopo l’intervento, probabilmente assai diverso da com’era, sicuro e battagliero, quando lo avevi conosciuto e vedo lei, la ex, che, immagino, con quelle parole non stia cercando una rivalsa ma un contatto emotivo.
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie del commento Max. È struggente com’è la vita. In alcuni casi ribalta il palcoscenico. Buona giornata 💓

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...