Per chi si crede

Per chi si crede vivo, e invece è già morto.

Per chi ha paura di morire, ma non fa niente per vivere.

Per chi crede che vivere sia solo sopravvivere.

Per chi è chiuso nel suo trauma e non sa uscire.

Per chi non accetta di ri-nascere ogni giorno, ora, minuto.

Per chi ripete sempre le stesse dinamiche imprigionato in una ragnatela mortale.

Per chi è statico immobile apatico stanco depresso incapace di voli e gesti nuovi.

Lo choc della psicomagia di Jodorowsky può essere utile. Magari non risolutiva, ma utile. In generale diffido dei guru, anche perché ne ho avuto ai tempi uno che predicava bene e razzolava male, sta di fatto che Jodorowsky mi piace per la sua follia creativa.

Ho letto diversi suoi libri, ho visto alcuni suoi film e video. Rompere gli schemi coriacei comportamentali con un’azione simbolica oscena – cioè fuori dalla scena – è talvolta più curativo di tante ore di indagine psicologica.

Annunci

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Transit ha detto:

    Andai a casa sua e non c’era, le telefonai e non rispondeva, come un folle la cercai in tutte le strade della città. Il vuoto mi aveva avviluppato, ma non sapevo quanto fosse dentro l’anima e il mio corpo stesso. I movimenti e i gesti che facevo non mi appartenevano, erano distanti come guardare un film. Poi vidi dei fiori erano attaccati agli angoli delle mura e nei vasi esposti ai balconi e fu allora che pensai dove potesse essere Emarilda: al cimitero. Come? Vestita da sposa. Correvo di nuovo in preda alla foliia, Emarilda mi mancava come l’aria e il sangue, e mi diressi nel camposanto dove sono esposti cumuli di teschi guacenti dal dopoguerra. Quando mi vide aveva ancora la valigia pronta accanto a lei. Fu solo allora che mi disse: – Tienti forte, ora ti racconterò chi sono e ciò che amo e desidero.-

    La guardai ancora in preda all’affanno, mentre mi tremavano le gambe. Ma ora non potevo andar via come avevo fatto tutte le altre volte precedenti.

    Volevo morire per rinascere. Volevo nascere per vivere. Volevo sia Emerilda che la non morte e respirare a pieni polmoni tutta la vita.

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Surreale. Pare un racconto onirico. Bello

      Mi piace

      1. Transit ha detto:

        Datemi un imput(una frase, una foto, dei caoelli immaginari, un ricordo, un bacio, una folata di vento)è imbarco me per racconatre.

        E dedicato a te e al post.

        Grazie

        Piace a 1 persona

  2. emcquadro ha detto:

    Esorcizzare il proprio male, finendoci dentro ed uscendone con brutale vigore: è da provare, anche perché, in questi ultimi giorni, posso anche offrirmi da tester.

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Eh, eh. Spero che sia una battuta ironica e in tal caso sorrido 😊

      Mi piace

  3. Paola Bortolani ha detto:

    Alè, non lo conosco. Vado

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Hai proprio la curiosità delle persone intelligenti 😊

      Piace a 1 persona

      1. Paola Bortolani ha detto:

        Grazie. Mediamente intelligente 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...