Caratteristiche del borderline 

https://youtu.be/ZLiShKI58O4

In vita ho avuto a che fare almeno con due persone borderline. Allora non lo sapevo, ma era così.

Il primo era un alcolizzato, falso come Giuda e con diverse situazioni affettive contemporanee, tanto è vero che pur convivendo con lui, ho avuto modo di conoscere almeno una delle altre donne ( la sua fidanzata storica ).

Il secondo era un narcisista patologico perverso e d’improvviso si trasformava, come scritto sotto da angelo in demone.

Erano entrambi plurilaureati: il borderline non è stupido è malato.

Per questo ora cerco di stare molto attenta a non ricadere in queste esperienze davvero terribili e devastanti.

Se on line vi sono diversi interventi su queste patologie un motivo ci sarà, e d’altra parte, basta ascoltare la cronaca nera per rendersi conto di quante persone disfunzionali esistono. Femminicidi e, purtroppo, infanticidi ne sono la prova. Esseri gravemente patologici si aggirano fra noi ed è bene saperli riconoscere.

Ecco dunque una sintesi di quanto trovate in modo discorsivo e molto chiaro nel link.

Caratteristiche del borderline

* poco in contatto con il loro mondo interiore

* incapaci di sintonizzarsi sulle esigenze affettive del partner

* due persone diverse: un angelo e un diavolo che si alternano

* difficoltà di regolazione delle emozioni

* sono esseri senza pelle

* ti odio proprio perché tu mi ami

* ricambia l’affetto diventando crudele

* maltrattante e anaffettivo

* mondo interno caratterizzato da sentimenti di vuoto e depressione

* ferisce chi lo ama, diventa autodistruttivo

* sconcertanti sbalzi di umore

* improvvisi cambiamenti di opinione

* promette qualcosa e poi fa l’opposto

* io fragile e poco integrato

* inconsapevole delle sue tante incoerenze

* incapace di riflettere su se stesso

* se viene posto davanti alle sue contraddizioni reagisce banalizzando o si infuria

* non accetta critiche

* individui che non sanno cosa vogliono fare della loro vita

* c’è molta instabilità psicologica che si traduce in un percorso vitale caratterizzato da continui alti e bassi

* iniziano mille progetti con grande entusiasmo senza portarne a termine nessuno

* comportamento disadattivo

* la parte peggiore emerge nella relazione intima con il partner

* insicuro: affida al partner il ruolo del salvatore

* il partner che all’inizio era il suo eroe, adesso diventa un mostro

* capacità di distorcere i fatti, modificando i dettagli

* non ha acquisito quello che gli psicologi chiamano: la costanza di oggetto, ovvero non riescono a stabilire un senso di permanenza rispetto alle situazioni e alle persone

* vale per loro il detto: lontano dagli occhi lontano dal cuore

* l’assenza, acuendo la paura di abbandono, fa raffreddare i sentimenti del bordeline

* la vittima del bordeline tenta di convincerlo ad andare in terapia per non accettare la impossibilità di un cambiamento che porti benefici alla coppia

* lottano contro un legame che avvertono come fonte di vita e di morte

* legame indispensabile, ma intrappolante

* ogni rottura indebolisce la relazione

* la vittima vorrebbe dar loro tutto l’amore che gli è mancato e tenta di salvarli

* confida subito cose molte personali

* quando la relazione comincia a concretizzarsi il bordeline fa l’attacco al legame: un comportamento che ferisce profondamente l’altro ( ad esempio prendere appuntamento con un’altra donna il giorno del compleanno della partner)

* la ferocia e la crudeltà dell’attacco sono direttamente proporzionali all’importanza del legame

* più si sente innamorato, maggiori saranno i suoi sforzi per distruggere il rapporto

* doppia personalità

* magari si scusa, ma poi ricade nel medesimo comportamento

* rapporto instabile e distruttivo

* il rapporto non si stabilizza mai

* entra ed esce in continuazione dal rapporto

* attacchi verso il partner e il legame

* un giorno ti ama alla follia e il giorno dopo ti detesta in modo viscerale

Annunci

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. digito ergo sum ha detto:

    conosco… conosco bene. ce le aveva (quasi) tutte

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Caspita, non deve essere stato facile… Come per me. Ma, per fortuna, ogni esperienza aiuta a crescere

      Mi piace

  2. emcquadro ha detto:

    In effetti, condividere momenti di vita con persone che manifestano questa patologia non deve essere facile, né piacevole.
    Ogni bel sentimento, se non alimentato, diventa razionalità.

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Bella e condivisibile la tua ultima affermazione

      Piace a 1 persona

  3. Neda ha detto:

    Perdonami, non si dovrebbe scrivere “borderline”?

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Troppo caldo. Hai fatto bene a farmelo notare. Ora correggo

      Piace a 1 persona

      1. Neda ha detto:

        Scusami, avrei voluto potertelo dire privatamente.

        Piace a 1 persona

      2. elettasenso ha detto:

        Ma io non ho problemi. Essendo una “purista” mi danno fastidio gli errori, anche i miei 😉

        Piace a 1 persona

      3. Neda ha detto:

        Ti capisco: mi viene il nervoso quando mi accorgo di un refuso nei miei commenti o nel pezzo che scrivo e mi spiace di non poter correggere quando il mio commento è in un blog altrui.

        Piace a 1 persona

      4. elettasenso ha detto:

        Ah, non dirlo a me: a volte mi vengono i formicolii alle mani 😀

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...