Viveva di parole

Perché sei triste gioia mia?
Cosa doveva dirgli? Impossibile che lui capisse.

A lei mancavano le parole.

Di parole si nutriva.

Le mangiava a colazione inzuppandole nel caffè.

Le mangiava a pranzo fritte o saltate in padella.

Le mangiava a cena bollite con un filo d’olio.

Le adorava crude o cotte.

Preferiva coglierle dall’orto croccanti di rugiada la mattina. Oppure le trovava nel bosco sotto i pini adagiate sul muschio.
Le pescava nell’acqua del torrente o tra le nuvole del cielo.

Dormiva e si svegliava in un mare di parole.

Le scriveva sui carnosi fogli o sugli asettici schermi.

Lui non poteva capire che non erano i cibi a nutrirla o i gioielli a adornarla. Non erano i baci o le carezze. Quello che la tenevano davvero in vita erano solo le parole.

Ma lui non impiegava tempo a scriverle parole. Aveva voluto in dono, ai tempi, una prestigiosa penna stilografica e lei gliel’aveva donata pensando che, finalmente, le avrebbe scritto parole. Invece lui non scrisse mai nulla per lei. Non una lettera non un bigliettino.

E neppure sullo schermo le scriveva scegliendo con cura quelle parole che l’avrebbero sfamata.

Era un uomo avaro di parole.

Era inutile spiegargli la gioia di una frase ben scritta, la danza di due parole che si muovono, il suono delle esse sonore, il rotolio delle erre, la femminilità delle effe.
Era come spiegare a un sordo la melodia di un usignolo.

Nel pomeriggio, mentre lui era nell’altra stanza, lei aveva guardato nella libreria e aveva preso un libretto dal dorso nero. Non si ricordava di aver pubblicato un racconto su quella antologia. Con occhi incantati aveva riletto la storia che lei, anni prima, aveva scritto e si era stupita delle sue parole che scorrevano fluide e con i capelli al vento.
Aveva portato via il libretto nero. Lo aveva messo nella sua casa, adagiato sopra gli altri libri che nel tempo aveva pubblicato.

Strano che lui non avesse ancora capito che lei era una scrittrice.

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. medea2803 ha detto:

    Molto bella. Mi sono riconosciuta tanto in questa donna che ha bisogno di parole.

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie Medea e benvenuta 🐞

      Piace a 1 persona

      1. medea2803 ha detto:

        Grazie 🙂

        Mi piace

    1. elettasenso ha detto:

      Per ora no 😉

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...