Aperto chiuso

Un fiore in boccio si apre alla luce.
Può essere un fiore semplice, come quello fotografato, ma non per questo meno bello e importante.
L’importante è lo schiudersi, lo sbocciare. Non lasciare marcire ciò che sta in nuce.

Noi tutti abbiamo fasi di letargo e di risveglio. Ci sono fasi in cui moriamo un po’. Fasi di effervescenza. Fasi di rinascita.

Sarà che io appartengo al segno zodiacale dello Scorpione e per me morte e rinascita sono normalità. I momenti più bui e difficili mi hanno sempre dato degli slanci successivi verso la trasformazione. Di cosa? Di tutto. Ho cambiato casa luogo partner vita. Ho viaggiato conosciuto fatto esperienze nuove.

Occorre passare la notte più buia per rinascere.
L’importante è volerlo fare e non rimanere nel fondo del pozzo a cercare di prendere la luna.

In genere possiamo imparare molto dalle situazioni che innescano le nostre ruminazioni. Identificando gli errori che abbiamo commesso e quelli che vorremmo evitare in futuro, considerando le situazioni negative come problemi strategici che richiedono soluzioni creative, imparando a distinguere le persone su cui possiamo contare da quelle che è meglio lasciar perdere, scoprendo i nostri punti di forza, i nostri punti deboli e le nostre vulnerabilità possiamo apprendere delle lezioni importanti che ci faranno sentire più sicuri e ci risparmieranno angosce e delusioni.

Ovviamente nella vita ci sono circostanze estremamente traumatiche che potrebbero dominare i nostri pensieri per mesi o per anni.
Tuttavia la maggior parte delle nostre ruminazioni non ricade in questa categoria, e dovremmo ricordarci che gli altri si aspettano da noi una ripresa entro un certo periodo di tempo.
Per esempio, una regola empirica generale per le separazioni è che per riprendersi ci vuole un mese – al massimo due – per ogni anno di durata della relazione. Se abbiamo avuto una relazione di tre anni dovremmo riprenderci dall’ondata iniziale di ruminazioni intense sul come e perché entro sei mesi, e dovremmo pensarci due volte prima di continuare a parlare dell’argomento con gli amici a un anno di distanza”.

Da: Pronto intervento emozioni – Guy Winch
Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giuliana ha detto:

    Credo che ogni esperienza traumatica abbia tempi e lasci segni diversi

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Proprio vero. Se ti riferisci al tempo di lutto dopo una separazione, è veramente individuale e dipende da moltissimi fattori. Buona serata cara Giuliana

      Mi piace

      1. Giuliana ha detto:

        Buona serata anche a te

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...