Donne solari



Nel tempo delle donne solari lei usciva con l’ombrello.
Gli omini li macinava polverizzava disintegrava.
La donna gatta le aveva sussurrato che agli uomini fa piacere la dolcezza.
La donna volpe le aveva suggerito che agli uomini piaceva essere serviti a tavola e a letto.

E lei, invece, graffiava. Non lasciava il tempo di replicare che già aveva chiuso la botola con un colpo secco. Il poveretto stava là stordito per giorni.
Nel frattempo le donne solari continuavano i loro servizi lustrando le scarpe del primo titolato che bussava alla loro infiocchettata porta. Avevano fame d’amore e non discriminavano, non differenziavano.

Lei non aveva tempo da perdere con i perditempo.
È che le bastava poco per intuire, non servivano ripetuti test. Uno sguardo, due parole e via.

È che, ormai, aveva esaurito la pazienza.
È che nel calcolo costi/benefici non riusciva a trovare questi ultimi.
È che non amava abbassarsi e non trovava persone al suo livello.
È che non sopportava la bruttura comportamentale ed estetica.
È che stava troppo bene con se stessa per dividersi.
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Paola Bortolani ha detto:

    Bello quando si decide finalmente di non scendere a compromessi

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...