Quaderni, blocchi

Chi scrive come me, con la passione per le penne stilografiche e la calligrafia, oltre a pubblicare nei blog o in case editrici più o meno affermate, avrà quaderni e blocchi pieni di parole. A me piacciono i miei blocchi perché sono come un forziere pieno di tesori. Quando apro trovo sempre sorprese. Questo che ho davanti mi ha rivelato pagine dedicate al TEMPO e all’IMPERMANENZA.

Non so neppure perché ho scritto, non so neppure se alcuni periodi sono miei o di altri. So che sono pagine che mi hanno fatto riflettere rileggendole.

Quindi riporto alcuni passi:

In questo tempo ciclico nulla può accadere che non sia già avvenuto. Il futuro si riaggancia con il passato nella perenne circolarità.

Il tempo ciclico è il tempo della natura; il tempo dell’uomo è un tempo illusoriamente progettuale di quello che i greci chiamavano KAIROS.

“Il recente passato conferisce al presente le condizioni per operare sull’immediato futuro”.

S. NATOLI

Quando ci si pensa dei non si avverte più il senso ultimo del nostro limite. Ci si attacca alle cose, ai possessi, ai beni come se fossimo immortali. Ogni minuscolo frammento diventa un masso insopportabile, perché dimentichi del fluire.

Annunci

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. Franz ha detto:

    l’eterno ritorno dell’uguale… direbbe Nietzsche…

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Ciao Franz. Buona citazione. Grazie

      Piace a 1 persona

      1. Franz ha detto:

        figurati…belle le tue riflessioni…

        Piace a 1 persona

  2. Sara Provasi ha detto:

    L’impermanenza credo sia il tema più centrale di tutto ciò che abbia senso nelle creazioni umane, e il tema più degno e necessario di contemplazione 🙂

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Dovremmo ricordarlo ogni giorno. Essere grati e consapevoli. Grazie Sara

      Piace a 1 persona

      1. Sara Provasi ha detto:

        Vero, proprio così!
        Grazie a te 🙂

        Mi piace

  3. Neda ha detto:

    Oltre a vari blocchi, agende e foglie scritti, io ho anche quelli disegnati. Per anni sono andata in giro facendo schizzi di ciò che volevo ricordare: era più veloce ed immediato rispetto alla scrittura, soprattutto quando ero in viaggio.
    Però non mi è mai passato per la testa che alcuno dei miei scritti, o schizzi, fosse tanto importante da dover essere pubblicato.

    Piace a 1 persona

    1. Neda ha detto:

      Scusa: fogli scritti.

      Piace a 1 persona

    2. elettasenso ha detto:

      Ma se pubblicano anche i cani ultimamente 😁 rido. L’importante è farlo per noi. Ultimamente io mi son messa a fare ghirigori su carta pregiata con la stilografica. È rilassante come lavorare ai ferri.

      Piace a 1 persona

      1. Neda ha detto:

        Prova a farli con inchiostro di china, pennini in acciaio su cannucce.

        Piace a 1 persona

      2. elettasenso ha detto:

        Già fatto cara Neda. Ho fatto l’Accademia di Belle Arti: ho usato e uso tutti gli strumenti. La stilografica mi piace perché quella che ho, prestigiosa, ha un segno molto fluido

        Piace a 1 persona

      3. Neda ha detto:

        Bravissima. Saper usare i ari strumenti dà la possibilità di fare delle scelte felici e che rendono felice.

        Piace a 1 persona

      4. elettasenso ha detto:

        Credo proprio sia così. Buona serata cara 🐞

        Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...