Stare

Dopo una nottata orribile con un feroce vento il sole era arrivato presto a baciare la casa. Quindi, messa la pesante giacca, era subito uscita. Nel bosco gli scricchiolii del ghiaccio che cadeva. E poi il silenzio.

Era uno di quei giorni letargici dopo la tempesta. Giorni in cui si ha voglia di tutto e niente. Semplicemente di stare. Raccogliere un sasso con schegge d’oro, camminare lenta, non sentire nessuno. Non intraprendere nulla di nuovo. Semplicemente guardare gustare godere. Dei raggi sulla pelle dopo la nevicata.

Non chiedersi nulla. Farsi cullare dalle ore un po’ insonnolita. Estranea quasi al mondo.

Stare immersa nei piaceri della riduzione. Togliere invece di aggiungere.

Annunci

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. massimolegnani ha detto:

    Stare nel piacere della riduzione. Perfetto stato.
    ml

    Piace a 1 persona

  2. Dimmi di Scampia ha detto:

    Non chiedersi nulla,passeggiare nella neve fresca.Deve essere fantastico

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Sì, veramente fantastico 🐦🐦🐦

      Mi piace

  3. alemarcotti ha detto:

    Estranea al mondo lo trovo fantastico

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Sei proprio una ragazza saggia 💗

      Piace a 1 persona

  4. nerodavideazzurro ha detto:

    Quando “il meno è più”.

    Piace a 1 persona

  5. Paola ha detto:

    Stare, mi sembra bellissimo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...