Cose da fare

Nella mia nuova casa c’è sempre qualcosa da fare. Per ora è quasi a posto la sala, almeno un angolo.

Il signore dio è sceso in terra ieri a dettare legge. Per la seconda volta voleva spostare il divano. L’ho lasciato fare.

Dopo averlo spostato mi ha detto che anche la libreria poteva essere spostata. Gli ho risposto che stava bene dov’era. L’angolo creato libreria/quadro verde a me piaceva così e la casa – che piaccia o no – è mia perché la pago io.

Ho anche pagato con grande fatica ( oltre che in moneta sonante ) l’organizzazione del trasloco da sola.

Ho pagato con grande fatica lo sgombero dei mobili e l’imballaggio dei quadri dei piatti dei bicchieri e di tutte le cianfrusaglie casalinghe, prima di metterle negli scatoloni.

La cosa incredibile è che in casa del Signore unico dio non si può nemmeno spostare un tappetino in bagno o un pouf. In casa sua tutto deve essere come decide lui, e mi chiedo perché nella sua testa bacata non dovrebbe valere la regola simmetrica che, come in casa sua decide lui in casa mia decido io? Mah.

L’altro ieri è arrivata la stufa. Lunedì verrà il tecnico per la installazione. Considerato che martedì è prevista una alluvione mi auguro di poter usare la stufa nella prossima settimana. Sarà rivestita in maiolica rossa e darà un calore caldo.

Il signore è sceso nella sua casa di città da un’ora.

Ieri ho terminato di svuotare tutti gli scatoloni. Erano trenta. Ieri ho anche terminato di disimballare i quadri: erano una decina di grandi dimensioni.

Ora ho da portare giù una decina di contenitori di plastica con dentro maglioni calze sciarpe e altro vestiario. Vedere di sistemare il tutto nella camera guardaroba. Poi i miei libri che sono davvero tanti e pesano. E tutto il resto di cui ho disseminato la casa che era “nostra”. Lui non ha portato giù nulla.

Il signore dio in questa settimana è sceso pochissime volte e solo per dare consigli. Non mi ha mai invitato a cena o pranzo per ritemprare le mie forze esaurite. Mai.

Ormai non mi lamento perché la casa è mia ed è giusto che faccia tutto io. Non sarebbe giusto se fossi in coppia ( perché in coppia ci si dà una mano in momenti di emergenza o no? ), ma ormai ho capito che era solo una mia balzana idea di essere in coppia. A volte noi donne siamo strane e crediamo alle favole o ci immaginiamo situazioni inesistenti.

Ormai mi sono arresa al fatto di essere sola e, francamente, non trovo spiacevole questa condizione perché sto finalmente piuttosto bene. Ho ritrovato la serenità perduta correndo dietro e dando retta a un essere totalmente inconsapevole e ingrato. Mai fatto un gesto, mai chiesto scusa per la totale incredibile assenza nel travagliato periodo del trasloco. Lui ha sempre una giustificazione come i bambini piagnucolosi.

( Trovo comunque abbastanza incongruente la frase che mi ha lanciato l’altro giorno: – In casa tua non si può nemmeno entrare.

Gli ho risposto: Bastava chiedere: ti serve una mano? E, in questo caso, in casa saresti entrato ).

Suo fratello mi ha detto che è per aria perché martedì rivedrà sua moglie per il divorzio. Suo fratello mi ha detto che lui è cambiato molto da quando ha il cane. Penso di essere d’accordo con suo fratello: il mio compagno è ancora palpitante per la mogliettina e, ormai è assodato, dopo la separazione l’ha sostituita con il cane. Ora lui è sposato con il suo cane. Sono in coppia loro. Io sono e valgo zero. Sono fuori dal triangolo. Lui lei il cane.

In questi tre anni l’ho visto correre in ansia dal veterinario per lo sperone della zampa del suo cane che aveva subito un urto; io da martedì ho una brutta ferita alla gamba sinistra che curo con garze di connettivina perché si ricostruisca il derma: sono andata da sola in farmacia. Nessuno è corso per me e il signore degli abissi ha pensato bene di lasciarmi sola la domenica quando poteva benissimo partire lunedì. Ma è trepidante per il suo vecchio e perenne unico amore: la moglie. Qui non ha nulla da fare. Doveva correre via. Con la sua moglie cane.

Dopo questo sfogo diaristico, torniamo a quello che devo fare.

Devo portare giù anche la statua di Keith Haring che mi ha fatto mio padre. È in legno. In parte l’ho già dipinta e decorata. Ora manca solo qualche tratto d’oro. Ho cassetti pieni di colori di tutti i tipi, ma come capita in un trasloco, i tubetti di acrilico oro misteriosamente erano scomparsi.

Quando martedì ci sarà l’ alluvione, sperando che la mia nuova casa non venga spazzata via con tutto il mio lavoro, mi occuperò dell’omino di Haring.

Annunci

18 commenti Aggiungi il tuo

  1. rodixidor ha detto:

    Molto bella, calda ed accogliente, almeno dall’angolo che hai fotografato.
    Riguardo a tutto il resto, occorrerebbe una lunga analisi a rischio blasfemia.
    Riguardo alle tue considerazioni sulla coppia ed il cane mi è venuta un’illuminazione (che probabilmente a te non piacerà): in una coppia occorre che uno dei due scodinzoli. 😉

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Io no. Sono cresciuta e non gattono più. 😁

      Mi piace

  2. alemarcotti ha detto:

    La tua casa è bella💖

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Ciao tesoro. Grazie. Questo angolo ( l’unico a posto ) a me piace molto. Mi piacerebbe averti ospite quella sarà finita. Un abbraccio grande

      Mi piace

  3. alemarcotti ha detto:

    Wow…… Un abbraccio forte💖

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      ❤💙💚💛💜💓

      Piace a 1 persona

  4. poetella ha detto:

    Senti…non ci posso fare niente ma a me ‘sto Signore sta cordialmente antipatico.
    Spero solo che, in una particolare situzione, almeno renda bene. 😉
    Sarebbe l’unico motivo per riuscire a tollerarlo un pochetto…

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Questo signore sta antipatico anche a me. O meglio: non tollero i suoi comportamenti. Esattamente come li racconto. Buona serata sogni d’oro ⭐

      Mi piace

      1. poetella ha detto:

        Sogni d’oro anche a te.
        A lui no.😜

        Piace a 1 persona

  5. tramedipensieri ha detto:

    Complimenti per la casa, se questo che si vede in foto è solo un angolo immagino tutto il resto come sarà.
    Una casa che abbraccia…accogliente e molto personalizzata

    (Mentre leggevo mi saliva un certo nervosismo.)
    Buone cose
    .marta

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie Marta. È da quando avevo 24 anni ( e ho scelto di andare a vivere da sola ) che non ho mai più avuto il piacere di creare un angolo tranquillo e caldo per me. Capisco il nervosismo … mi fa piacere di non essere l’unica a provare un certo disagio verso certi inqualificabili comportamenti. Pensa che è appena andata via la luce e io non avevo nemmeno una candela. Mi dovrò organizzare. Una buona serata

      Mi piace

      1. tramedipensieri ha detto:

        La gentilezza e una mano tesa è un qualcosa che si dovrebbe fare a prescindere…

        Piccolo suggerimento _non richiesto _ delle torcie, le candele sono anche belle ma sporcano
        O sono io che sono impedita…
        Grazie a te 🙂

        Piace a 1 persona

      2. elettasenso ha detto:

        Infatti, mi sono ricordata di averne una in auto e sono uscita nel diluvio a prenderla😄

        Mi piace

  6. massimolegnani ha detto:

    a giudicare dalla foto la tua casa ha già preso forma, sostanza e carattere.
    come spesso capita, pare che l’unico difetto di questa nuova sistemazione, sia l’inquilino del piano di sopra.
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Mi strappi sempre una sonora risata. Per ora non c’è e quindi mi godo il piano di sopra e di sotto. Interamente. Buona giornata caro amico simpatico

      Mi piace

  7. Paola ha detto:

    Bene. Si può avere paura di stare soli, ma poi non è così male, pare. Lasciagli anche il cane, basta la stufa. Spero di vedere Keith Haring prima o poi. Bellissimo salotto!

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie Paola. Una buona giornata cara 💓

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...