Scrivo 

In questi tempi devo fare vuoto e togliere stracciare fogli e fogli zeppi di scrittura. Ogni tanto rileggo e ripasso la mia vita. Come ero. Come stavo. Cosa chiedevo. Come soffrivo ridevo cadevo esultavo.

Chi chiamavo “amore” per chi palpitavo.

Tornano a galla ricordi sepolti. Quanto inutile darsi da fare per dire. Ho scritto sempre. A tutti. Di tutto. Per lo più ho scritto per me. Non potrei vivere senza scrivere.

Questo, di cui vedete un frammento nell’immagine, è un foglietto lungo e stretto. Prima di stracciarlo lo deposito qui.

Scrivo

perché altro non so fare

scrivo

perché solo così io vivo

lasciando tracce nere

piccole formiche

sulla carta

bianca e deserta.

Scrivo

perché così mi esprimo

così dilato il mio essere

e la mia solitudine.

Scrivo

perché bagnandomi nel mare della scrittura

mi purifico

anche maledicendo

sempre non tralasciando

le scie rosse di sangue

la spuma di fiele

i fiotti di veleno

le linee fosche di rancore

le domande continue

perché

perché

segno il mio salire

graffio le discese

amplifico spazi di assenza

rifiuti che mi congelano

ombre che mi relegano – in angoli bui –

colori che mi esaltano

attimi che mi interrogano.

Annunci

16 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sara Provasi ha detto:

    Bello le parole viste come formiche!!

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Piccole formichine 😊

      Piace a 1 persona

  2. massimolegnani ha detto:

    è sempre un azzardo ripescare gli antichi fogli, perchè è cambiato il clima da allora, siamo cresciuti o ci siamo imbesuiti, chissà, certo non siamo gli stessi di quella determinata circostanza, pur essendo sempre noi al di qua dello specchio. In realtà questa non è poesia da cestino e infatti nel cestino ci finisce un foglietto appallottolato ma non il suo contenuto che resta qui.
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      È proprio vero: uno nessuno e centomila. Siamo molteplici. Fare pulizia serve anche a rimanere sbalorditi nel vedere chi eravamo. Grazie. Ormai è un mucchietto strappato. Buon pomeriggio caro amico 🐝

      Mi piace

  3. Paola ha detto:

    Non sono capace a commentare i testi in versi, nella loro essenzialità. Qui però un po’ mi sono riconosciuta

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Bello Paola. Sorella scrivana e cuoca 🌼🌸🌹 buon pomeriggio di profumi e parole

      Piace a 1 persona

      1. Paola ha detto:

        Grazie, cerco le parole

        Piace a 1 persona

  4. nerodavideazzurro ha detto:

    Come uno specchio che ridà una fotografia.

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Uno dei nomi che mi è stato dato ai tempi è stato: Kaleidos. Grazie del passaggio 🌷🌷🌷

      Piace a 1 persona

      1. nerodavideazzurro ha detto:

        Grazie a te del post.
        (Ah, il Greco… 🙂 )

        Piace a 1 persona

  5. Giuliana ha detto:

    Scrivere è svelare parte di se stessi involontariamente

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      O anche volontariamente. È lasciare una traccia. Grazie Giuliana del contributo e un sereno pomeriggio 🌸

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...