Piove

il

Piove.

S’aprono le porte e le portiere e ci si scarrozza caracollando verso scure nubi. Più nell’anima che fuori.

Piove.

Soprabiti lucidi impermeabili stivali lustrati da ardite guizzanti gocce. Tutti i colori saturi squillano sullo sfondo plumbeo. Ogni colore risalta sul nero che inghiotte.

Piove.

Si bevono calde bevande. Si leggono i quotidiani. Dacci signore il nostro pane quotidiano. Non sono previste variazioni. Tutto stagnante. Limaccioso. Fermo. In lenta decomposizione.

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. massimolegnani ha detto:

    tre brevi paragrafi a delineare tre condizioni legate alla pioggia persistente: le nuvole che finiscono con il contaminare anche lo spirito (bel suono il “ci si scarrozza caracollando”)
    la vividezza dei colori saturati dal grigiore luminoso della pioggia
    la stagnazione della vita costretta al chiuso tra riti e gesti annoiati.
    piaciuto
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Il tuo “piaciuto” vale. Anche a me piace questo tipo di scrittura fatta di flash e assonanze. Più dei soliti bla bla bla.
      So che “noi” ci capiamo: siamo più ruvidi che mielosi 😜

      Piace a 1 persona

  2. massimolegnani ha detto:

    eheh, ti sorrido sornione

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Eh eh 🤓🌼🌸🌟buona serata sorni

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...