Che fare?

Che fare? Al di là dei manuali di psicoterapia e filosofia, o quelli pragmatici americani che ti spiegano con dieci regolette come agire per ottenere il successo l’amore il potere il denaro e ormai, visto la moda, un sorriso smagliante…

Che fare quando tutto è già stato detto e ripetuto e l’interlocutore appare immobile, un grande gigantesco corpo di Gulliver legato dai Lillipuziani?

Non serve il teatro panico, lo choc, un elettrochoc, non serve un megafono un microfono un palco la luce diretta sparata negli occhi o mettere dei manifesti e tappezzare il suo quartiere. Non serve dire dire ripetere chiarire argomentare spiegare esemplificare perché lui è sordo e immobile. E ti dice: Hai ragione. E poi non cambia nulla. La ragione si dà ai matti. Tu lo sai che non serve a nulla. E fai a pezzettini la ragione. Dovresti tagliare. Tagliare di netto la corda che ti lega e volare via. Lontano. Lontano. Lui non appartiene alla schiera degli uomini che non tollerano di essere lasciati e ti inseguono con l’ascia, il coltello, la pistola e pum: tu muori. Lui, semplicemente, ti riprende. Ti dice: Hai ragione. E tu allora gli ri-credi. Ri-credi che tutto davvero può cambiare. O almeno un frammento un pezzettino un angolo di sole e di cielo blu. Sarà nuovo questo nostro tempo e lui saprà farmi sentire amata desiderata voluta scelta. Farà un gesto nuovo.

Quest’anno mi regalerà un uovo pasquale e, dentro, ci sarà una bellissima scatolina e io romperò l’uovo e prenderò con gratitudine la bellissima scatolina e la aprirò, pregustando la sorpresa, e dentro, dentro il velluto rosso della scatolina troverò un bigliettino e allora lo aprirò col cuore che batte finché gli occhi vedranno e leggeranno la scritta minuta e calligrafica, scritta con inchiostro blu: HAI RAGIONE.

Annunci

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lallib ha detto:

    Tiragli la scatolina trovata nell’uovo di Pasqua in faccia! 😀
    Probabilmente ti dirà di nuovo: ” hai ragione”, ma tu potresti provare una soddisfazione diversa

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Molto divertente. Mi sa che non ci sarà nè uovo nè scatolina 😀

      Mi piace

  2. dimaco ha detto:

    Non sei la prima a porsi questa domanda. Ma mi sento più ben disposto e rilassato se la poni tu.

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Mi hai fatto davvero molto ridere. Sì: meglio se la domanda la pongo io 😀😀😀

      Liked by 1 persona

  3. massimolegnani ha detto:

    a te ti salva l’ironia, a lui l’imperturbabilità (finchè non gli spacchi un vaso sulla capoccia)
    ml

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Mi proponete gesti violenti ma io sono per la pace 😂😁😀🐰🐰🐰 almeno in questo periodo quaresimale, poi si vedrà
      Buona giornata caro 🌼

      Mi piace

  4. rodixidor ha detto:

    E tu ti ricredi.

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      O io ci ri-credo. Forse è un gioco: facciamo finta che…
      😀🌸

      Mi piace

      1. rodixidor ha detto:

        Nel tuo scritto ci ho intravisto il gioco sul verbo ricredere che può diventare ricrederci ma anche ricredersi, e la differenza non è da poco. 😉

        Liked by 1 persona

      2. elettasenso ha detto:

        Ottima riflessione. Sono davvero d’accordo
        😉🌼

        Liked by 1 persona

  5. Paola ha detto:

    Hai proprio ragione 😉

    Mi piace

  6. elettasenso ha detto:

    Ho perso il filo Paola ( su cosa ho ragione ) comunque fa sempre piacere condividere riflessioni e poterci fare su anche due risate ( non prendiamoci mai troppo sul serio )
    🌼

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...