Maschere

novembre4 003

Non mi sono mai piaciute le maschere, tranne una bianca neutra che ho utilizzato per una personale dal titolo: Apparenza.

In realtà tutti noi indossiamo quotidianamente una maschera. Quella da bravi figli genitori cittadini vicini compagni consorti… d’altra parte il termine maschera indica la persona. Ci togliamo l’impiccio poche ore al giorno quando siamo nel nido della nostra intimità, nudi senza piume. Forse quando ci guardiamo allo specchio e ci vediamo rovesciati cercando di leggere la fragile identità. Quando siamo fuori dai ruoli. Scesi dal trono. Sdraiati per terra con la coperta celeste.

Chi io sono. Chi io sono? Muta domanda senza risposta che attraversa il nostro umano cammino come meteora.

Scrive Jung:

Anche la Persona dà delle informazioni. Stamattina, prima di venire qui per il seminario, ho indossato il mio camice professionale, il dottor Jung. Mi presento a voi in questa veste, e posso essere più o meno convincente, dipende da me: faccio in parte ciò che volete o vi aspettate e in parte ciò che non volete o che non vi piace, è una mia scelta.
Di un individuo noi vediamo la Persona. Nell’ambito della Persona siamo dei gusci, siamo solo delle superfici, e abbiamo idee molto vaghe su quello che c’è all’interno”.
Annunci

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. rodixidor ha detto:

    Niente, dentro non c’è niente perché l’essere è l’apparenza e noi siamo quello che gli altri percepiscono. A terra con la coperta celeste, non è male però …

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie del tuo contributo buon pomeriggio 🎇

      Mi piace

  2. Paola ha detto:

    Infatti non è facile fermarsi a pensare cosa c’è dentro. Le maschere che portiamo sono un grande supporto alla nostra sicurezza. Poi mi ritrovo con gli amici d’infanzia, quelli che mi conoscono dal tempo in cui non portavo, non portavamo, maschere, e sono libera di essere me stessa …

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Bello avere qualcuno con cui stare senza maschere. Veri amici.

      Piace a 1 persona

  3. Sarino ha detto:

    non posso che ritornare con la mente a Pirandello, Uno, nessuno e centomila! Questa citazione -secondo me- ne racchiude il senso pieno: « La vita non conclude. E non sa di nomi, la vita. Quest’albero, respiro tremulo di foglie nuove. Sono quest’albero. Albero, nuvola, domani libro o vento: il libro che leggo, il vento che bevo. Tutto fuori, vagabondo »

    Piace a 2 people

    1. elettasenso ha detto:

      Meraviglioso. Grazie per la bella riflessione e citazione. Di chi è?

      Piace a 1 persona

      1. Sarino ha detto:

        di Vitangelo Moscarda, protagonista di Uno , nessuno e centomila!

        Piace a 1 persona

      2. elettasenso ha detto:

        Ah, non ricordavo. Devo proprio rileggere Pirandello le cui opere mi hanno deliziato anni fa.

        Piace a 1 persona

  4. massimolegnani ha detto:

    Mi chiedo se “impersonare” derivi da persona nel senso etimologico di maschera. A teatro mettersi una maschera per assumere un ruolo, interpretare un persona-ggio
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Proprio così. Non ho qui la mia libreria per citarti la fonte, ma ricordo che “maschera” era il nome della “persona” data nel teatro antico. Buona giornata caro

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...