Distanti 

Distanti come corpi celesti viaggiamo verso punti infiniti, tra lembi dispersi d’un sogno, avvolti dalle galassie. Siamo frammenti di una folgore, schegge della scia celeste. A volte ci perdiamo nella nube di pulviscolo che ci cade negli occhi. A volte ci ritroviamo nella pista tracciata dalle segrete connessioni cosmiche. 

Siamo segni gettati da un gesto tanto grande quanto ignoto. Lo senti, il brusio ininterrotto delle stelle? L’essere tuo esposto ai venti e alle correnti, l’essere mio imbastito su qualche simmetrica trama. Seguiamo, perdendoci e ritrovandoci, il battello verso il cielo. 

Annunci

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. marcello comitini ha detto:

    Una bel brano poetico. Complimenti!

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Grazie. Ogni tanto mi piace spaziare 😉
      Buona giornata Marcello
      Eletta

      Piace a 1 persona

      1. marcello comitini ha detto:

        Buona giornata anche a te 🙂

        Mi piace

  2. massimolegnani ha detto:

    vivere distanti è un vivere d’istanti 🙂
    ml

    Piace a 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Che bell’aforisma. Mi mancavi proprio con la tua lucida intelligenza.
      Grazie
      Eletta

      Mi piace

  3. labili i confini tra prosa e poesia !

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...