Lo sbadiglio

A Eleonora piaceva parlare, discutere, argomentare, ascoltare. Passava ore alla caffetteria con le amiche a dirsi piccole grandi cose, frammenti di vetro e ferro, grandine e sole. Stendevano i panni sul tavolino tra le tazze del caffè o dell’aperitivo. Non c’era noia, ma il gusto piacevole della condivisione. Sul tavolo operatorio ogni lembo era dissezionato, ispezionato, osservato da più angolazioni. 

Anche tra le lenzuola, con i diversi amanti, c’era stato sempre il momento della sigaretta e del raccontarsi, confidarsi, dirsi. Abbracciati o distesi uno accanto all’altro. Momenti in cui prendeva spazio la parola dopo tanto linguaggio fisico, dopo che si erano parlati i corpi.

Eleonora parlava volentieri anche con gli sconosciuti, quelli incontrati per strada o al negozio. Ascoltava, sorrideva, interloquiva. 

Prediligeva i pranzi, davanti a piatti prelibati, con diversi intimi commensali. Lì si poteva buttare un argomento leggero con qualche incursione più greve. Sentire i diversi pareri. Osservare i contrastanti punti di vista. 

Si creava una buona armonia comunicativa. Le voci circolavano e si intrecciavano creando nuovi significati. Non aveva paura del contraddittorio, della discussione anche accesa. Per natura era portata a considerare le sfaccettature invece di un solo lato. Per natura era portata ad accendere, pungolare, stimolare, non fermarsi alla superficie statica. 

Per questo la sua canterina anima si era sentita profondamente ferita, profondamente offesa quando, dopo un anno di frequentazione, lei affrontava un argomento con il suo uomo e lui, e lui, continuava a sbadigliarle in faccia. Uno sbadiglio dopo l’altro. Lei parlava, lui non rispondeva e sbadigliava.

Per questo Eleonora chiuse il rapporto. 

Annunci

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. PindaricaMente ha detto:

    E ha fatto bene! 🙂

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Sintetico commento, ma molto chiaro. Condivido. 😉
      Eletta

      Liked by 1 persona

  2. Transit ha detto:

    Eleonora ha fatto davvero bene, anche se lei ha paura della rottura e di rimanere sola con i suoi fantasmi dell’insicurezza, anche perché Eleonora è innamorata in ogni momento della vita e poi …”Eleonora parlava volentieri anche con gli sconosciuti, quelli incontrati per strada o al negozio. Ascoltava, sorrideva, interloquiva. ” E spesso, se non sempre, è questo tipo di comportamento libero e far si che altri uomini si innamorino di Eleonora. Eleonora non è sola. Eleonora col sorriso e l’empatia sa stare nel mondo.

    P.S. Se ricordo bene il nome della protagonista, una vera accorata rivoluzionaria, dell’ottimo romanzo di Enzo Striano Il resto di niente si chiama Eleonora. Una piccola digressione.

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Non conosco il romanzo che citi. Me lo appunto.
      Ciascuno ha paura, in fondo in fondo, di rimanere solo con i propri fantasmi: purtroppo. Specie chi, come Eleonora, ha un bisogno fisico di confronto e condivisione.
      Sempre interessanti i tuoi apporti: sei un generoso.
      Eletta

      Mi piace

  3. rossasciamana ha detto:

    Se si ha sentimento, apertura, si è comunicative o comunicativi e dall’altra parte c’è il distacco la chiusura di un rapporto è la base dell’amore verso se stess@. Ciao Eletta.

    Liked by 1 persona

  4. Transit ha detto:

    Se un giorno di questi o tra sette mesi o un anno hai bisogno ‘e nu piezz’ e core, tutto no altrimenti crepo, sto ccà(sono qui). Naturalmente, mi riferisco a Eleonora. Ciao femmina(non ti arrabbiare se dico femmina) bella.

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Sei davvero simpatico. Mi fa davvero piacere la tua mano tesa. A volte si creano amicizie profonde anche in questo mondo virtuale, almeno per me così accade. I miei migliori amici li ho trovati scrivendo, non passeggiando.
      😉
      Eletta

      Mi piace

      1. Transit ha detto:

        Ciao piccola(da dove mi esce piccola non saprei, ma nel momento che l’ho pensata la scrivo) … certo, fare conoscenza passeggiando è sempre bello ma anche un azzardo, però incontrarsi(cosa per molti versi assai difficile) all’aria aperta è decisamente salutare e poi c’è lo sfavillio di luce e colori. Cose così son fantastiche anche se si capiscono molto dopo che siano avvenute.

        Liked by 1 persona

  5. massimolegnani ha detto:

    intanto, “frammenti di vetro e di ferro, di grandine e sole” già da solo fa la differenza tra una paginetta anonima con cui talvolta riempiamo lo spazio-blog e un brano che starebbe bene in qualunque libro di racconti.
    Poi, senza voler entrare nel merito personale, per come lo leggo io, questo racconto mi sembra un esempio di “scrittura di contrabbando” o “scrittura catartica”: nella nostra vita reale non possiamo (nè vogliamo, in effetti) liberarci dei legami anche se un po’ sfilacciati: allora si cambia dimensione, si inventano personaggi dai vaghi richiami, e trame un po’ estremizzate ma chiare (lei viene descritta con dovizia di dettagli, di lui basta conoscere quell’atteggiamento inaccettabile per inquadrarlo) e poi si lascia che le cose vadano alla loro logica conclusione (che se non l’avesse mollato Eleonora, l’avrebbe fatto in cuor suo qualunque lettore).
    ecco, sempre per come la vedo io, a fare un po’ di contrabbando di scrittura, poi ci si sente meglio.
    🙂
    ml

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      La scrittura è catartica e cicatrizza le ferite. Mi ha salvato come un’àncora in diverse occasioni e situazioni. Eleonora è Elena Elisa Erika ed Eletta. Gira e rigira i temi del cuore appartengono a tutti e tutte.
      Grazie per il tuo sempre intelligente apporto. Sei sensibile e si sente.
      Eletta

      Mi piace

  6. Ghiandaia blog ha detto:

    Chi ti ama ti ascolta💕

    Liked by 1 persona

    1. elettasenso ha detto:

      Chi non ama non ascolta ⭐⭐⭐

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...