Tempo verrà

Tempo verrà in cui con esultanza saluterai te stesso arrivato alla tua porta nel tuo proprio specchio e ognuno sorriderà al benvenuto dell’altro e dirà: – Siedi qui. Mangia. Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io. Offri vino. Offri pane. Rendi il cuore a te stesso allo straniero che ti ha amato…

Dal parrucchiere

Resto semplicemente a bocca aperta. Non ci posso credere. Non vengo mai di venerdì. In settimana è tutto più calmo, meno clienti. Invece di venerdì tutte le postazioni sono occupate dalle “signore”. Una lavorante sta fonando i fluenti riccioli biondo-castano di una signora che non vedo in viso. Finita la piega fissa con la lacca….

Maschere

Non mi sono mai piaciute le maschere, tranne una bianca neutra che ho utilizzato per una personale dal titolo: Apparenza. In realtà tutti noi indossiamo quotidianamente una maschera. Quella da bravi figli genitori cittadini vicini compagni consorti… d’altra parte il termine maschera indica la persona. Ci togliamo l’impiccio poche ore al giorno quando siamo nel…

Le sei virtù

Mi piace ricordare oggi le sei virtù fondamentali presenti nel buddismo, cristianesimo, confucianesimo, induismo, ebraismo, taoismo e nella filosofia ateniese. Eccole: CORAGGIO: le attitudini emotive che intervengono per il conseguimento di obiettivi in presenza di ostacoli interni o esterni: audacia, persistenza, integrità GIUSTIZIA: le attitudini civiche necessarie a una vita comunitaria sana: imparzialità, senso civico,…

La quotidiana

La quotidiana tortura: uscire dal sogno con la mente stropicciata perché non capisci, proprio non comprendi. È un continuo slittare e roteare di vorticose giostre. Non trovi un appiglio. Un orizzonte fermo che sia punto di riferimento ed equilibrio. Una direzione. La tolleranza è sbriciolata in polvere come i biscotti nella scatola della colazione. Quante…

Inconscio

Non è questo il luogo in cui lascio spazio al mondo notturno onirico, ma oggi desidero dare una veloce pennellata. Stamattina mi sono svegliata con il lascito immaginifico del sogno: un nero enorme scorpione e l’uomo seduto. Ho scritto – per non lasciarlo evaporare – alcuni veloci appunti di memoria. Quello che ricordavo delle scene….

A volte tornano

Stavo pensando all’estrema frammentazione dei rapporti. Allo sfaldamento del terreno, agli smottamenti e valanghe ( proprio ieri qui in montagna ne ho vista una ). C’è stato un periodo in cui tre, quattro anni fa ho incontrato diversi uomini. Quando termina un rapporto e non si desidera star soli basta, oggigiorno, guardare sfogliare i cataloghi…

Gioco in erre n.2 

A volte mi piace semplicemente giocare con le assonanze. Giocare con la lingua significa anche gustare i suoni delle lettere senz’altro scopo. Come qui. Tutto ruota e turbina intorno a me tra rotte rime e rosse trame di rotolanti ruvide rane. Mentre rovisto tra mazzi di pensée trovo un pezzo di macramé c’è scritto sopra:…

Delirio di onnipotenza

Il magistrato che molestava le studentesse è stato definito affetto da delirio di onnipotenza. Diversi anni fa lo psichiatra che avevo voluto consultare non per me, ma per il mio partner, così aveva detto: affetto da mania di onnipotenza oltre che da narcisismo. Gli era bastato un incontro con lui per capire. Il modo di…

La sottoveste

Prese dal filo la sottoveste di seta. Scivolosa scivolò nella sua mano. Frusciante e setosa. Era color mauve. Con una spallina sottilissima. E il pizzo leggero come neve sui rami che bastava un soffio e volava via. L’aveva lavata dopo averla indossata mentre lui non c’era. L’aveva indossata per la sua pelle di donna, per…

Non sopporto

Non sopporto le menzogne. Non sopporto le bugie. Non sopporto le persone che danzano in lurida penombra. Preferisco la luce diretta: talvolta così tagliente che ferisce. Non sopporto la maleducazione, la volgarità, i lampi stizzosi dei maligni, le dicerie dei nullafacenti, il colorito verde degli invidiosi. Non sopporto l’incoerenza di chi fa proclami e poi…