Così veloce si accumula la vita 

Questo è l’estratto per il tuo primo articolo.

Annunci

Nel ventre della terra

Un silenzioso eco atmosferico giù nel ventre della terra. La pulsante parete che ti preme mentre passi in nastri soffocanti d’umida aria. I muschi hanno attaccato le loro verdi dita e vagano i lamenti. Poca luce inquieta rivela le linee gotiche del plasmabile. Un’intollerabile sensazione epidermica di peso e pressione. Le anse dei sotterranei ruscelli….

Un uomo antico

Lui era un uomo antico. Anche se viveva nel secolo digitale. Lui amava vedere vecchi filmati in bianco e nero del tempo che fu. Entrava nell’apparecchio televisivo, ne era inghiottito, non ne usciva più. Forse nostalgico del tempo quando si riponevano negli armadi i cappotti con la canfora nelle tasche. Una volta, da bambino, uscito…

La figura viva 

Ieri sera ho letto una frase che ritengo bellissima.  ” La figura viva ha bisogno di profonde ombre, per apparire plastica “. Jung  Io la trovo bellissima anche così, estrapolata dal contesto. Nel contesto si parla di Anima e Animus, di Sé e Inconscio. Naturalmente non pretendo che tutti abbiano approfondito questi termini della cultura…

Sfumature

Basta guardarsi intorno per scoprire le sfumature. Nella prima immagine che inserisco tutte le sfumature dei colori caldi: arancione giallo ocra fino ai colori freddi: turchese verde smeraldo celeste… con qualche venatura di porpora magenta viola appena increspata dall’acqua. Stamattina in alto c’era la brina: primo regalo dell’autunno in arrivo. I prati e i pascoli…

Alla ricerca del nulla

Ieri ho avuto il piacere di pranzare in un luogo dove il tempo era fermo e quieto. La stradina che portava all’agriturismo era un nastro tra i boschi. Il parcheggio era pieno: quindi il ristorante funzionava, segnalato anche dal camino fumante. Siamo entrati e la sala era calda e antica, rustica. Altre tavolate ospitavano allegre…

Prevaricazione

Oggi vorrei riflettere sul comportamento prevaricante. È un comportamento che hanno i dispotici. Prevaricare, infatti, significa imporsi ingiustamente con azioni estremamente autoritarie. La persona prevaricante decide da sola anche se la propria decisione incide sulla vita altrui, anche se la sua decisione coinvolge altre persone direttamente. ( Faccio questa precisazione: ogni nostra decisione incide sull’ambiente…

Fato

Ci sono giorni ch’entrano nella macina del tempo con un fuoco mattutino. Entrano nel crogiolo delle trasformazioni, con piglio decisivo.  Sulla squadra geometrica si oscilla: precipitando giù o ascendendo verso il cielo.  I fischi e richiami del Fato tu odi.  Non ti é dato sapere: se entrerai nel mare platino e oro o se scenderai…

Quando con la gallina 

Ho appeso in sala un telo. Sopra ci sono io, sdraiata e immortalata dieci anni fa con i jeans stracciati. Una bella fotografia in bianco e nero, diventata poster su tela. La guardo, mi guardo. Come ero innamorata allora. Avevo un uomo che mi adorava come una dea. Così giocavo. Quel giorno ero scesa con…

Individuazione e individualità 

Ieri discutevo con un amico del gregge: quella massa omogenea e statica che continua a lamentarsi, ma non fa nulla per modificare le situazioni. Nell’ambiente lavorativo sono personaggi pronti ad abbassare il capo fino a leccare le scarpe al capo, per poi lamentarsi all’infinito quando il superiore esce dal campo visivo. Ricordo un corso in…

Grazie 

Questo per dire un grazie sincero ai cento amici che hanno scelto di seguire questo nuovo blog. Siamo proprio una bella compagnia e io qui mi trovo davvero molto bene. Buona serata a tutti Eletta

Ai piedi del Profeta

L’omino incontrato per caso l’altro giorno e di cui ho scritto soleva dire, nel suo delirio di grandezza, di essere un uomo ” formato “, compiuto: come se avesse già raggiunto il punto di perfezione. Era discepolo di un santone indiano di cui aveva l’immagine dei piedi appesa in camera. Aveva ricevuto la polverina magica…

Lo rivedo

Fiuto l’aria e chiedo alla mia amica: Tu che sei sempre qui, in questa bella piazza, l’hai mai visto? Lui abita qui a pochi passi. Siamo seduti a un tavolino esterno per l’aperitivo. L’aria è improvvisamente gelida. Lei mi risponde che no, non l’ha mai visto. Più visto da quella volta che faceva la ruota…