Osavo

Con lui osavo essere bambina e giocare inventare creare. Mi è venuto in mente qui in spiaggia accanto al mormorio delle acque del rivo. Ho visto la struttura della tenda e subito ho ricordato. Andavamo spesso nello stesso luogo a fare un pic nic. C’era un tavolo di legno su cui lui aveva inciso le…

Le cime delle T

La cellula che emette vibrazioni ha ciglia lunghe e nerissime La definizione sospesa del peso del silenzio Tanto è lo stesso Partono code scorpioniche tagliano la cima delle T Sembrano fili elettrici dove stendere i panni simmetrici i pianti alfabetici Le I hanno invece code di balena prima dell’immersione quando il mare le copre si…

Gratitudine

In questo periodo di importanti cambiamenti della mia vita sento la gratitudine nonostante l’estrema stanchezza. Non sopporto l’estate. Per il caldo l’afa la forte e persistente luce il chiasso l’esterno la folla e altro. Ieri pomeriggio ho attraversato un tratto di pineta per raggiungere un nuovo baretto e sedermi a gustare un gelato. Di fronte…

L’orco

L’orco non fa esercizi di metamorfosi  Possiede l’immobilità inaccessibile di una natura morta Non ha una mente cangiante né un’officina turbolenta per far zampillare idee Un minimo pensiero effervescente  Preso e prigioniero di un rapinoso automatismo che lo fa procedere sbieco Con un tracciato frastagliato e turbolento  In preda a distrazioni digressioni divagazioni  Nulla comprende…

Narcisismo

Lui, l’ospite, parla solo di sé. Si sporge un poco dal suo balconcino solo per la sua nuova fiamma: semplicemente perché lo fa risplendere. La parola più usata è IO. Io leggo un sacco di libri ( peccato che non chieda e tu? ) Io sono molto veloce e organizzato. Io dico una cosa e…

Il quadro

Elisa guardava il quadro e nella mente si apriva lo scenario. Lui, il suo sposo, era seduto accanto a lei sul divano, ma non poteva sapere nè immaginare quanto lei fosse lontana. Era pomeriggio quando Elisa era apparsa con due ingombranti involucri. – Mi aiuti? Vorrei cambiare i quadri in soggiorno. E dalla carta da…

Scampanellio

Stamattina alle sette sono stata svegliata dallo scampanellio delle mucche che, passando sotto la mia finestra, salivano con il Vichingo al pascolo. È la prima volta in vita che vengo svegliata da questo suono: l’ho trovato veramente piacevole. A casa in città normalmente vengo svegliata dal rombo degli aerei e trovo questo suono veramente spiacevole….